come collegare più schermi ad un computer

Pubblicato da progettandopc il

Collegare più schermi ad un computer aumenta la produttività dell’operatore consentendo, soprattutto a chi deve svolgere più mansioni allo stesso tempo, di essere più veloci. Con il passare del tempo le postazioni multi-monitor hanno avuto sempre più successo sia tra i gamer sia per chi lavora con il computer.

Se stai leggendo questa guida molto probabilmente anche tu hai sentito la necessità di utilizzare più schermi e quindi hai deciso di documentarti su cosa fare per ottenere una postazione multischermo. Iniziamo!

Requisiti di sistema

risoluzione massima supportata

La prima cosa da verificare è accertarsi che la tua scheda video supporti più schermi. Per farlo è necessario andare sul sito ufficiale del produttore e cercare la scheda tecnica.

Non sai quale sia la tua scheda video? Puoi andare su pannello di controllo > sistema e sicurezza > sistema > gestione dispositivi > schede video ed otterrai il nome della scheda video.

In questo caso il computer monta una GTX 1050 Ti.

Mi reco dunque sul sito nvidia (produttore della mia scheda video) e cerco la scheda tecnica.

Qui scorro fino alla voce “risoluzione massima digitale”.

Nel mio caso la risoluzione massima risulta essere pari a 7680×4320. Da notare che questo valore si riferisce alla somma totale di tutti gli schermi e non ad un singolo schermo.

In questo caso posso quindi collegare uno schermo 8K, due schermi 4K oppure quattro schermi 1080p. Scelta fatta più raramente ma comunque possibile consiste nel collegare un monitor 4k e due 1080p.

Ma come siamo arrivati a questi risultati?

Il calcolo consiste nel sommare la larghezza di tutti gli schermi e l’altezza di tutti gli schermi in pixel. Il risultato non deve superare la risoluzione massima indicata sulla scheda tecnica

Procediamo vedendo il calcolo con un monitor 1080p

la larghezza di uno schermo Full HD in pixel è 1920 mentre l’altezza è di 1080 pertanto i calcoli saranno:

Larghezza: 1920 x 4 = 7680

Altezza: 1080 x 4 = 4320

La somma mi da 7680 x 4320 che è la risoluzione massima supportata dalla mia scheda video, quindi posso collegare un massimo di 4 schermi 1080p. Se vuoi collegare più o meno schermi ti basta sostituire il 4 con in numero di schermi che vuoi collegare.

Il calcolo con il monitor 4K è identico

la larghezza di uno schermo 4K in pixel è 3840 mentre l’altezza è di 2160 pertanto i calcoli saranno:

Larghezza: 3840 x 2 = 7680

Altezza: 2160 x 2 = 4320

Anche in questo caso la somma mi da 7680 x 4320 che è la risoluzione massima supportata dalla mia scheda video, quindi posso collegare un massimo di 2 schermi 4K. Se vuoi collegare più o meno schermi ti basta sostituire il 2 con in numero di schermi che vuoi collegare.

Infine il calcolo per il monitor 8K

Il monitor 8K ha una larghezza di 7680 pixel e un altezza di 4320 pixel. In questo caso si evince in automatico che, nel mio caso posso collegare al massimo uno schermo 8K dato che la mia scheda video supporta un risoluzione di massimo 7680 x 4320.

Per collegare due schermi 8K mi servirebbe dunque una scheda video che supporti una risoluzione massima di…

Larghezza: 7680 x 2 = 15360

Altezza: 4320 x 2 = 8640

15360 x 8640

altre caratteristiche della scheda video

Infine controlla che nel retro della scheda video vi siano abbastanza porte per collegare tutti i monitor

Oltre al numero delle porte dovrai anche anche controllare che le porte siano quelle di cui necessiti. Per esempio la scheda video in figura ha soltanto porte DVI mentre i monitor più nuovi necessitano di porte HDMI o display port.

In quest’ultimo caso se non vuoi sostituire la tua scheda video puoi utilizzare degli adattatori per esempio da DVI a HDMI o da DVI a display port ecc… che puoi acquistare tranquillamente da Amazon, assicurandosi che supportino la risoluzione del monitor. Se per esempio il monitor è 1920 x 1080 anche l’adattatore deve supportare il 1920 x 1080.

cosa fare se la scheda video non soddisfa i requisiti?

Se la tua scheda video non ha abbastanza porte o ha una risoluzione massima supportata inferiore a quella di cui necessiti hai due possibilità:

  • cambiare scheda video
  • prendere un altra scheda video

Ma quale di queste scelte ti conviene di più?

In alcuni casi, come per esempio schede video abbastanza vecchie che non supportano nemmeno due schermi in 1080p la scelta migliore è sicuramente quella sostituire la scheda video. Vi sono alcuni casi, in cui però la scelta migliore risulta essere l’acquisto di due schede video.

Per esempio se voglio collegare tre monitor 4K mi servirà una scheda video da almeno 900/1000€, tuttavia posso ricorrere ad una soluzione molto più economica, ovvero l’acquisto, per esempio, di due 1050Ti che costano 150€ circa per un totale che ammonta a 300€ se ne acquisto due.

In questo caso devo collegare le due schede video non in SLI (verificando che l’alimentatore sia correttamente dimensionato e che la motherboard abbia almeno due slot PCI-e 16x) al pc e successivamente collegare due monitor ad una scheda video ad un altro monitor all’altra. In questo caso le due schede video devono essere esattamente uguali. Lato driver ti basterà installare i driver della scheda video se non li hai già installati, come si fà normalmente con una solta scheda video.

Cavi monitor

Un altro fattore da tenere in considerazione sono i cavi del monitor, infatti anche quest’ultimi devono supportare la risoluzione e la frequenza di aggiornamento. Per fare un breve esempio, se possiedo un monitor 4K a 120Hz, dovrò anche assicurarmi che il cavo HDMI o DisplayPort (DP) supporti il 4K a 120Hz.

Attualmente i migliori cavi per monitor in commercio sono:

cavo HDMI 2.1Supporto 8k a 60 Hz
Supporto 4k a 120 Hz
Velocità massima: 48 Gbps
Supporto HDR: sì
cavo DisplayPort 1.4Supporto 8k a 60 Hz
Supporto 4k a 120 Hz
Supporto HDR: sì

configurare i monitor via software

Ora che la tua scheda video ha tutti i requisiti per poter supportare una postazione multischermo vediamo cosa fare per impostare il monitor principale, la risoluzione ecc…

impostare la posizione degli schermi

Per prima cosa andare su impostazioni > sistema > schermo

Windows assegna in automatico un numero ad ogni schermo. Per identificare quale numero è stato assegnato ad ogni schermo andare su “identifica”.

Ora è possibile trascinare gli schermi nella posizione in cui si trovano. Per esempio il monitor tre nel mio caso si trova a sinistra mentre il monitor 2 a destra. Se hai un monitor sopra il monitor principale ti basta trascinare il secondario sopra il principale

impostare schermo principale

In una configurazione multischermo il monitor principale è quello che viene utilizzato di default.

Procedere selezionando il monitor (diventa blu) e scorrere in basso fino alla voce imposta come schermo principale, basterà mettere una spunta.

impostare la risoluzione

Normalmente il computer rileva in automatico la risoluzione dello schermo tuttavia è possibile selezionare gli schermi per impostare manualmente la risoluzione:

Attivazione dell’HDR

Se il tuo monitor supporta l’HDR potrai attivarlo sempre dalle impostazioni dello schermo, selezionando lo schermo in questione:

estensione schermi

Se dovessi vedere gli schermi duplicati, dovrai andare sempre in impostazioni > sistema > schermo e scorrere fino alla voce più schermi. Qui è possibile porre rimedio al problema selezionando “estendi il desktop a questo schermo”.